Grammatica
Alfabeto e pronunciaSostantiviAggettiviArticoliArticolo determinativoArticolo indeterminativoPronomiPronomi personaliPronomi riflessiviAggettivi e pronomi possessiviPronomi interrogativiPronomi relativiAggettivi e pronomi dimostrativiAggettivi e pronomi indefinitiNumeraliNumeri cardinaliNumeri ordinaliFrazioniMoltiplicazioneOperazioni aritmeticheIndicare l'oraVerbiIndicativoPresente indicativoTempi passatiFuturo indicativoCongiuntivoCondizionaleImperativoParicipio passatoGerundioAvverbiVerbi irregolari
Advertisement:

1 Alfabeto e pronuncia

Pronuncia dell'alfabeto portoghese
a [a] h [aga] o [o] v [ve]
b [be] i [i] p [pe] w [dabliu]
c [se] j [ʒota] q [ke] x [ʃiʃ]
d [de] k [kapa] r [erre] y [ipsilon]
e [e] l [ele] s [esse] z [ze]
f [efe] m [eme] t [te]
g [ge] n [ene] u [u]
Pur facendo parte dell'alfabeto portoghese, le lettere K, W a Y non si usano (tranne nelle parole di origine straniera). Il portoghese usa molte vocali con segno diacritico (á, â, ã, à, ç, í, é, ê, ó, ô, õ, ú).
Pronuncia delle vocali
In portoghese si distinguono le vocali (a, e, i, o, u) e le vocali nasali (ã, am, an, em, en, im, in, om, on, um, un). Le vocali possono essere aperte, medie, chiuse, mentre le vocail nasali sono generalmente chiuse. La pronuncia della vocale dipende dalla sua posizione nella parola: nella sillaba atona (non accentata), la pronuncia della vocale si riduce (p. es. o cambia in u e sembra perdersi del tutto).
Pronuncia delle consonanti
Le consonanti b, d, f, m, n, p, r, t si pronunciano come in italiano. Il gruppo consonantico ch si pronuncia come [ʃ] (cfr. la parola italiana sci), lh come gli in italiano, nh come gn in gnocco.
c [k], davanti a e, i [s] qu+e [ke], qu+i [ki]
ç [s] s [ʃ], all'iniz. di parola [s], nel ss [s]
g [g], davanti a e, i [ʒ] s [z] se intervocalica
gu+e [ge], gu+i [gi] x [ʃ], [ks], [s], [ʒ] (ex + vocale accentata
h [-] non si pronuncia z [z], alla fine di parola [ʃ]
j [ʒ] r [r], all'inizio di parola e dopo l, n, s [rr]
Pronuncia del portoghese brasiliano
Rispetto alla pronuncia portoghese, quella brasiliana è più dolce e molte sono le differenze. In Brasile, per esempio, sci et sce si pronunciano come [si] e [se] (in Portogallo [ʃsi] e [ʃse]), la vocale e cambia spesso in [i] in una sillaba atona, la pronuncia della consonante r (all'inizio di parola) e del digramma rr è molto simile a [h] in inglese.Molti brasiliani pronunciano te e ti come [tʃi] (cfr. ci in italiano), e de e di come [dʒi] (cfr. giro in italiano). La consonante d si pronuncia [dʒ] anche in certi gruppi consonantici (p. es. advogado[adʒivogadu]). La consonante s alla fine di parola si pronuncia spesso [s]. A Rio, però, viene pronunciata come [ʃ].
Advertisement:

Advertisement: